Parmigiano Reggiano DOP

Scritto da: Amministrazione Original In: Prodotti tradizionali Su: mercoledì, febbraio 22, 2017 Commento: 0 Colpire: 1960

Oggi lo conosciamo come un formaggio unico  al mondo, dal sapore incredibile e dalla genuinità indiscutibile, frutto di un disciplinare rigido e preciso che garantisce tutte le caratteristiche qualitative tipiche di questo prodotto del Made in Italy.

Ma come è nato questo formaggio? Le prime notizie sono risalenti al Medioevo e precisamente intorno al 1200. Fulcro di questa produzione furono le abbazie benedettine dell’area del parmense che ebbero l’esigenza di produrre un formaggio che potesse durare nel tempo per essere conservato durante i mesi invernali e anche per essere venduto al di fuori dell’area di produzione senza alterarsi o marcire come invece accadeva ad altre preparazioni casearie.

La testimonianza letteraria più importante, che bene fa capire quanto e come il Parmigiano era utilizzato nel Medioevo, è da attribuirsi al Boccaccio che in una sua novella contenuta nel Decamerone cita il “parmigiano grattugiato” sul quale venivano rotolati “maccheroni e raviuoli”.

Nel Rinascimento ci fu una vera e propria esplosione del commercio del Parmigiano che coinvolse anche altre aree dell’Emilia Romagna come il modenese e mutò l’economia agricola dell’area in modo sensibile. Il Parmigiano che si commercializzava a cavallo tra il XV e XVI secolo veniva prodotto da maggio a settembre, per questo motivo si parlava di Parmigiano Maggengo e Settembrino in relazione al mese in cui veniva prodotto.

Ma un commercio così fiorente doveva essere tutelato: Furono molti infatti gli agricoltori di molte le province limitrofe come il piacentino o il lodigiano che cominciarono a produrre formaggi similari al Parmigiano. Il Duca di Parma per tutelare la produzione determinò in quali aree doveva essere prodotto il formaggio per potersi fregiare del nome Parmigiano. L’intervento del Duca fu il primo vero documento che diede inizio della Denominazione di Origine.

Nei secoli successivi il Parmigiano venne venduto anche in luoghi molto più lontani dalla zona di produzione grazie ai nuovi mezzi di trasporto che resero più rapidi i collegamenti.

Oggi il Parmigiano Reggiano è conosciuto e apprezzato in tutto il mondo e, così come nel Medioevo, sono numerosi i tentativi di imitazione in molti paesi europei. Per fortuna grazie alla Denominazione di Origine Protetta, alla nascita del Consorzio e ad alcune sentenze della Commissione europea che hanno stabilito che termini come “parmesan, devono essere riservati all'autentico formaggio prodotto secondo il Disciplinare di produzione”, un disciplinare rimasto inalterato fin dal Medioevo, la tutela di questo prodotto del Made in Italy è assicurata. Fino a qui la storia ma a questo punto, certi di avervi fatto venire l’acquolina in bocca, non vi resta che gustarvene un pezzo… Buon Appetito!

Commenti

Lascia il tuo commento