Un piatto tipico della Valtellina: gli Sciatt

Scritto da: Amministrazione Original In: Prodotti tradizionali Su: mercoledì, ottobre 11, 2017 Commento: 0 Colpire: 737

Oggi un piatto tipico della Valtellina: gli Sciatt!

Originari di Teglio, in provincia di Sondrio, negli anni gli sciatt sono diventati una specialità dell’intera valle: in passato rappresentavano l’energica colazione degli abitanti delle comunità montane, che li mangiavano al mattino accompagnandoli con un bicchiere di latte, oppure a merenda.

Fondamentalmente gli sciatt sono delle frittelle di grano saraceno ripiene di un cuore filante e cremoso di formaggio Casera. Oggi, le osterie e i ristorantini dei borghi valtellinesi li servono come antipasto, su un letto di cicoria selvatica condita con olio di oliva, sale e aceto, insieme ai salumi tipici e a un bicchiere di vino, scegliendo tra gli eccellenti rossi che nascono dei vigneti della zona, dal Valtellina Superiore al Sassella, al Grumello.

Una curiosità sul nome: nel dialetto valtellinese, sciatt significa “rospo”, un nome decisamente poco invitante che allude alla forma tondeggiante della frittellina e non rende di certo giustizia alla sua bontà.

 

Commenti

Lascia il tuo commento